Guide Storiche
Contatti
PRO LOCO
MELEGNANO
Piazza Vittoria, 10
c/o Castello Mediceo
20077 Melegnano (Mi)
info@prolocomelegnano.it
Tesseramento
Cerca
Area Riservata
Newsletter
Sendit Wordpress newsletter

Il fiume Lambro

Il fiume Lambro , lungo circa 130 km, nasce a quasi mille metri di altitudine, al Piano Rancio, in provincia di Como, appena sopra al Ghisallo. La sorgente viene chiamata Menaresta perché “mena” cioè “porta” e “resta “ cioè “rimane”, funziona come un serbatoio a sifone sotterraneo, posto nella roccia calcarea che si riempie di acqua ad intervalli regolari, fino a straboccare verso l’esterno, per poi ritornare a caricarsi. Si forma, quindi, un ruscelletto che inizia a scorrere verso Magreglio. Il Lambro attraversa i centri di Asso, Canzo, Ponte Lambro ed Erba dove si immette nel lago di Pusiano. Uscito dal lago, scorre con andamento tortuoso ai piedi delle colline moreniche raggiungendo la città di Monza; attraversa il parco e qui, nel XIV secolo per volere dei Visconti in difesa della città , le sue acque furono divise in due rami . Il Lambro, poi esce di nuovo riunito dalla città e bagna tutta la zona est di Milano. Giunto a Melegnano attraversa il centro della città e da qui in poi riceve le acque della Vettabbia ed entra in territorio della provincia di Lodi. Il corso diventa più lento ed attraversa la cittadina di Sant’Angelo Lodigiano ricevendo da destra il Lambro meridionale, un ramo colatore del fiume Olona. La portata quasi si raddoppia ed il fiume prosegue bagnando il centro di San Colombano al Lambro ed una volta giunto nei pressi di Orio Litta, confluisce da sinistra nel Po. Il Lambro può subire nell’arco dell’anno variazioni di portata; durante la stagione piovosa il fiume è soggetto a frequenti piene improvvise che causano talvolta, allagamenti ed alluvioni di una certa gravità. E’ stato uno dei grandi fiumi italiani che più ha risentito della pesantissima industrializzazione avvenuta sulle sue rive. Il corso è stato modificato e danneggiato a favore delle città e ciò è stato causa di esondazioni e danni di vario genere